venerdì, luglio 28, 2006

Le origini - Part ONE

Disegnavo da alcuni anni, su foglietti, sul banco, sui libri di testo.

Quel giorno, come ogni giorno, inforcai la mia Vespa PX200 che mi attendeva sotto i portici di via Zamboni.
Stavo frequentando il corso neoassunti del Credito Romagnolo. Ero stato assunto in BANCA! I genitori sbavano per queste cose, non avendo MAI lavorato in Banca…
Il corso, 25/30 neoassunti, un responsabile, e ogni giorno un funzionario a spiegarti chi è cosa fa, come si fa, perché si fa e…. siamo una grande famiglia.
Occupazione principale degli allievi, Tris, bigliettini, scena muta, alcuni zelantissimi.
Sfortunatamente alle superiori, primo banco, avevo sdoganato gli appunti a disegni facendo digerire ai prof. la mia tecnica, loro spiegavano e io disegnavo. Meglio di così!
Altra brutta abitudine, stare attento in classe.
Quindi, tra battaglie navali, tris, bigliettini e Gazzette dello Sport mimetizzate tra tavolo e ginocchia, cominciai a riempire il blocco appunti di schizzi, battute, citazioni etc. il tutto finalizzato a fissare i concetti dei FUNZ (alcuni anche simpatici).
Un tipo così, dopo una settimana, diventa famoso: ogni mattina riunione degli allievi per “ammirare” la produzione (un saluto a Barbara).
La visita fatale fu di Alfonso, funzionario dell’ufficio a cui ero destinato, giornata melodrammatica, mi prese di mira con domande tecniche e trabocchettevoli a beneficio della platea.
Ne scaturì una spash page stile prima di Kriminal: soggetto pp di Riki Andrews dentro ad un mirino, titolo: NEL MIRINO DI ALFONS.
Il tutto nel mio blocco appunti che lasciavo SEMPRE sul tavolo, alla sera non lo portavo a casa.

Salgo in Vespa, CLIK Nannucci per vedere qualche disco. CLIK parcheggio subito sotto le 2 torri per arrivare a piedi in via Oberdan PASSANDO PER GALLERIA ACQUADERNI.
In quella galleria SEDE del Credito romagnolo, ore 17.15, impiegati appena usciti a capannelli.
CLIK vedo Antonella (la mia fidanzata). Lavora a Casalecchio cosa ci fa QUI? Sciopero della SECURMARK quindi è venuta con un collega a portare qualche decina di milioni in contanti nel caveau della SEDE. “Faccio in 5 minuti, aspettami che torno con te in Vespa”. OK mi appoggio a una colonna. CLIK Arriva ALFONSO, saluta i colleghi e gli mostra una cartella. “Guardate al corso che belle cose fanno i ragazzi!”.
Antonella esce e andiamo da Nannucci.

5 commenti:

@lberto ha detto...

vedi vedi, com'è che io andavo al disco d'oro e tu da nannucci?

cicetnik ha detto...

Grazie Abald, bellissimo post! grazie a nome dei 5 lettori: proprio quello che uno si aspetterebbe di leggere quando approda al link dello Zio.
una domanda nasce spontanea guardando l'Alfons Ricky Andrews nel mirino: non è che certe immagini di tenenti del deserto del Paz ti devono qualcosa ? In altre parole e per un altro verso: quanta e quale linfa creativa hanno succhiato i maestri dagli allievi ?

Abald ha detto...

Per Alb: SIAMO DIVERSI! D'altra parte non ci siamo incontrati in un negozio di dischi. Grazie per Tutta la cultura musicale che mi hai regalato e per il concerto dei CURE a Modena (ANCHE SE SIAMO ARRIVATI IN RITARDO!!!!).
Per NIK: Jori sicuramente una sceneggiatura. Brolli ha disegnato un bell'omino con Impermeabile e cappello lungo, chissa....
D'altra parte, dagli AMICI si succhia.
La capacità dell'autore di fumetti è quella di succhiare, elaborare e AVERE DEI LETTORI.

@lberto ha detto...

sono + di cinque lettori, circa 13 al giorno buttali via nik... abald sarà contento che se non amo (abbiamo) lettori per RIKI ANDREWS (prossimamente su un giornale ImPoRtAnTe), un po' vengono su 'sto blog ... gracias ppl

cicetnik ha detto...

lo so che sono + di cinque: non volevo offendere solo manzoneggiare ;-) PS. Nannucci e Disco d'Oro sono ancora sulla piazza? e la libreria di via Irnerio ?